Home » Pillars » Motore elettrico nell’e-mobility: tipi e funzionamento

Il cuore di un veicolo e di un’auto tradizionale – il motore a combustione interna – è sulla strada del tramonto per lasciare spazio a nuove soluzioni che vedono motore elettrico e batterie al centro della scena. Questo è stato possibile grazie allo sviluppo della tecnologia delle batterie che ha consentito la realizzazione di sistemi in grado di fornire energia per una autonomia ragionevole a costi sempre più raggiungibili. Una motivazione che ha avvicinato un pubblico sensibile alle problematiche ambientali che ha sempre accusato il motore a combustione interna di essere una delle cause principali della generazione di CO2.

Motore elettrico: cos’è e come funziona

Insieme alle batterie, il motore elettrico è il sistema che deve svolgere la funzione di convertire l’energia elettrica in energia di movimento. Potremmo sicuramente dire che rappresenta il cuore del veicolo o dell'auto elettrica.

Ci sono però diverse tipologie di motori elettrici che possono essere utilizzati allo scopo. Come deve essere quindi questo motore? Quali caratteristiche lo rendono migliore o più adatto alle applicazioni e-mobility?

Il motore elettrico deve:

  • essere in grado di sviluppare una coppia significativa partendo da velocità nulla,
  • assicurare potenze di picco significative per avere prestazioni comparabili alle auto tradizionali,
  • avere un sistema di pilotaggio e di controllo motore elettrico il più semplice possibile,
  • essere leggero e compatto,
  • costare relativamente poco,
  • avere una efficienza ai massimi livelli,
  • fungere da generatore durante il rallentamento del veicolo.

Sintetizzando, il motore ideale per le applicazioni di trazione deve avere caratteristiche quali coppia elevata all’avviamento, una elevata densità di potenza e una buona efficienza energetica. Le diverse tipologie di motori che vedremo in questa carrellata offrono in misura diversa queste caratteristiche basandosi su specifiche tecnologie.

Motore e Powertrain: significato

A monte, facciamo una breve precisazione. Cos’è il motore e cos’è il powertrain? Cosa significa powertrains? Nelle applicazioni automotive e transportation, un motore, per funzionare, ha bisogno di una serie di componenti che producono e trasferiscono la potenza al mezzo in cui si muove il veicolo stesso (la strada, ad esempio, ma anche l’aria o l’acqua). Si parla quindi di powertrain o, nella traduzione, gruppo propulsore per indicare il motore, i suoi componenti (alimentatori, sistemi di raffreddamento, accensione, batteria ecc) e la trasmissione.

disegno e schema di un motore e un powertrain
Motore elettrico: da cosa è costituito e come funziona

Di seguito, ci concentreremo sul motore soltanto, che come detto rappresenta il cuore pulsante della mobilità elettrica.

I tipi di motore elettrico

Tra le tipologie di motori elettrici troviamo:

  1. a corrente continua (DC motor)
  2. a corrente continua senza spazzole (DC o BLDC motor)
  3. sincrono a magneti permanenti (Permanent Magnet Synchronous Motor o PMSM)
  4. a induzione trifase – motore elettrico trifase
  5. a riluttanze commutate (Switched Reluctance Motors o SRM)